In Italia 7.000 talassemici, la metà in Sicilia e Sardegna. E’ emergenza sangue

ROMA – Si stima che in Italia ci siano circa 7mila pazienti talassemici, di cui quasi metà in Sicilia e Sardegna. Circa il 10% del sangue donato serve per le loro terapie. “Nelle regioni Sicilia e Sardegna si stanno registrando preoccupanti situazioni per quanto attiene la raccolta sangue, con manifestazioni delle associazioni dei pazienti malati di talassemia, per i quali le trasfusioni rappresentano una terapia salvavita“. È l’allarme lanciato dal Centro nazionale Sangue (Cns) a tutte le Regioni per venire incontro a queste “gravissime carenze“.

L’APPELLO DEL CENTRO NAZIONALE SANGUE: “DARE PIU’ FLESSIBILITA’ A DONATORI”

“E’ importante che tutte le Regioni cerchino di contribuire il più possibile al sistema di compensazione nazionale- dice Giancarlo Maria Liumbruno, direttore del Centro nazionale Sangue- che garantisce l’autosufficienza e che incrementino la raccolta. Per questo si fa appello alla sensibilità delle Regioni affinché seguano l’esempio delle Marche, anche consentendo alle strutture trasfusionali una maggiore flessibilità nei giorni e negli orari di apertura in modo da venire maggiormente incontro alle esigenze dei donatori”.

Fonte: Dire – Agenzia di Stampa Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *